CASA SOCIALE

PROGETTO GIROTONDO

 

 

 

Il progetto pilota Housing sociale, ideato dall’associazione AltroGiro, nasce dalla necessità di procurare un alloggio a persone in condizioni di multiproblematicità,  è per tanto indirizzato a quelle persone che hanno gravi problemi economici, che versano in condizioni di isolamento e/o marginalità sociale e culturale, non hanno reti di supporto, che presentano patologie fisiche e/o psichiche, comportamenti antisociali (devianza, furto, spaccio, ecc.), dipendenze (alcool, droga, ecc.). Gli utenti che prenderanno parte al progetto saranno segnalati dai servizi sociali, dalla nostra stessa associazione e da altre realtà del terzo settore che si occupano di fragilità sociali.

L’obiettivo del progetto è di garantire agli utenti una fissa dimora (l’associazione AltroGiro possiede già una casa in affitto ad Ozzano Taro), un vitto e un sostegno psicologico, grazie al lavoro di educatori professionisti che fanno parte dell’associazione AltroGiro (uno per ogni cinque utenti) che li coadiuveranno nel raggiungimento di un’autonomia economica e sociale.

Gli educatori accompagneranno gli utenti al centro dell’impiego seguendo le pratiche necessarie, individueranno insieme un medico di base, in caso siano immigrati seguiranno i passaggi per il rinnovo del permesso di soggiorno, in caso di necessità segnaleranno un supporto psicologico, coordineranno l’utente alla gestione della casa e della propria persona (pulizie domestiche, cura personale, approvvigionamento del cibo, ecc.). Inoltre, gli educatori saranno supportati da una rete di associazioni del territorio che aiuteranno gli utenti nella gestione della propria quotidianità.

Gli utenti, nel caso ne abbiano la capacità, corrisponderanno all’associazione una quota “simbolica” (che varierà a seconda della condizione e dello specifico progetto di vita) per abituarli ad un meccanismo di interscambio necessario nella successiva fase di autonomia e indipendenza.

 

PER SEGNALARE SITUAZIONI A RISCHIO

progettogirotondo@altrogiro.org

UN RINGRAZIAMENTO PER IL SOSTEGNO DI